Tutti gli articoli del canale Vita

Il Codacons: non rimpiangeremo il Totti testimonial pro-azzardo

Murales Totti02

La nota dell’associazione dei consumatori: «Le doti sportive dell’ex giocatore e dirigente della Roma sono innegabili, ma un campione lo si riconosce non tanto per le sue imprese sul campo, quanto per le azioni di cui si rende protagonista fuori dai campi da gioco»

Il Codacons: non rimpiangeremo il Totti testimonial pro-azzardo

Murales Totti02

La nota dell’associazione dei consumatori: «Le doti sportive dell’ex giocatore e dirigente della Roma sono innegabili, ma un campione lo si riconosce non tanto per le sue imprese sul campo, quanto per le azioni di cui si rende protagonista fuori dai campi da gioco»

Il Codacons: non rimpiangeremo il Totti testimonial pro-azzardo

Murales Totti02

La nota dell’associazione dei consumatori: «Le doti sportive dell’ex giocatore e dirigente della Roma sono innegabili, ma un campione lo si riconosce non tanto per le sue imprese sul campo, quanto per le azioni di cui si rende protagonista fuori dai campi da gioco»

Il Codacons: non rimpiangeremo il Totti testimonial pro-azzardo

Murales Totti02

La nota dell’associazione dei consumatori: «Le doti sportive dell’ex giocatore e dirigente della Roma sono innegabili, ma un campione lo si riconosce non tanto per le sue imprese sul campo, quanto per le azioni di cui si rende protagonista fuori dai campi da gioco»

Il Codacons: non rimpiangeremo il Totti testimonial pro-azzardo

Murales Totti02

La nota dell’associazione dei consumatori: «Le doti sportive dell’ex giocatore e dirigente della Roma sono innegabili, ma un campione lo si riconosce non tanto per le sue imprese sul campo, quanto per le azioni di cui si rende protagonista fuori dai campi da gioco»

Il Codacons: non rimpiangeremo il Totti testimonial pro-azzardo

Murales Totti02

La nota dell’associazione dei consumatori: «Le doti sportive dell’ex giocatore e dirigente della Roma sono innegabili, ma un campione lo si riconosce non tanto per le sue imprese sul campo, quanto per le azioni di cui si rende protagonista fuori dai campi da gioco»

Pubblicità e azzardo: e se Agcom avesse agito con eccesso di potere?

Pubblicità

Nell’aprile scorso, Agcom ha emanato delle Linee Guida attuative del divieto di pubblicità come disciplinato dal Decreto Dignità. Ma l’Autorità non si è limitata ad una interpretazione letterale, logica e sistematica. Si è invece lanciata in una vera e propria crociata contro una misura decisa dal Parlamento rendendo, potenzialmente, vano il tentativo di porre un argine ad una patologia di massa. Continua il dibattito sollevato da Vita in vista della “deadline” per la piena entrata in vigore del divieto, prevista il prossimo 14 luglio

Nicita (Agcom): «Vietare la pubblicità non significa vietare il gioco»

Ag COM 268127

Linee guida dell’Agcom sul divieto di spot e sponsorizzazioni dell’azzardo hanno fatto discutere. Abbiamo chiesto ad Antonio Nicita, commissario dell’Autorità, di spiegarci i nodi, risolti e irrisolti, del provvedimento. «Vietare la pubblicità non significa vietare il gioco e nemmeno lasciare il giocatore senza informazioni ex-ante. Bisogna evitare quella che gli economisti chiamano selezione avversa, lasciando senza informazioni chi abbia deciso di giocare»

Lotta all’azzardo: il sottosegretario Villarosa (M5s) innesta la marcia indietro del Governo

Alessio Villarosa

Tornano vecchie retoriche e frasi fatte: «l’azzardo legale sconfigge quello illegale», «serve un riordino nazionale contro le normative a macchia di leopardo». Intervenuto alla manifestazione della Federazione Italiana Tabaccai, il sottosegretario con delega ai giochi Alessio Villarosa si lancia in un’imbarazzata difesa della distribuzione del gioco nei negozi di prossimità e ai tabaccai dice: «Siete la spina dorsale del Paese»

blogger

Simone Feder

No Slot

Psicologo, lavora da anni nelle strutture della comunità Casa del Giovane
[vai al blog]

Marco Dotti

Seconda Classe

Redattore del mensile Communitas e di Vita. È docente di Professioni dell'Editoria presso l'Università di Pavia.
[vai al blog]

Marcello Esposito

Economica*mente

Dirigente assicurativo. Dal 1990 al 2000 è stato economista presso l'Ufficio Studi della Banca Commerciale Italiana. È professore a contratto di International Financial Markets presso l'Università C.Cattaneo, Castellanza.
[vai al blog]