Tutti gli articoli del canale Vita

Aosta, città azzardo free

Lvio Centoz

Aosta è una città libera dal gioco d’azzardo. È quanto ha sottolineato in Consiglio comunale il sindaco di Aosta, Fulvio Centoz, in risposta ad un’interrogazione: «Il Comune ha redatto un elenco dei luoghi sensibili e dalla cartina di Aosta non emergono più zone in cui installare macchinette o spostarne»

Panico fra i giocatori: Fortnite inghiottito da un buco nero

Il popolare videogioco – oltre cento milioni di utenti nel mondo – è stato oscurato domenica sera. La società produttrice ha messo in atto una strepitosa campagna di marketing o si tratta del più grande esperimento psicosociale finora ma…

Azzardo, Google e pubblicità

Google Ads Update

Gli sviluppatori che utilizzano il circuito pubblicitario proprietario di Google hanno ricevuto dalla società di Palo Alto una lettera con il quale viene comunicato che a partire da settembre 2019 verranno modificate “alcune norme relative ai contenuti nei nostri prodotti per i publisher (AdSense, AdMob e Ad Manager) relative alla promozione dei giochi a distanza”

Lotta all’azzardo: la vittoria della società civile comincia dalle parole

Parole e cose

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha pubblicato il suo annuario statistico. I dati sono chiari, la spesa in azzardo legale degli italiani aumenta e nel 2018 si attesta a 106 miliardi di euro. Ma i dati erano tristemente noti. Ciò che sorprende – positivamente – è invece un primo, timido tentativo di superare un linguaggio fuorviante: al posto dell’espressione “raccolta lorda”, infatti, l’Agenzia inizia a usare parole quali “volume di gioco” e “giocato” come proposto in questi anni dalla società civile: è un primo passo per riallineare le parole alle cose

La grande ragnatela delll’azzardo

Gambling 602976 1280

L’azzardo – che è stato definito «un furto della felicità sociale» – esprime l’immagine di un Paese che, invece di sperare e di costruire, ha deciso di scommettere sulla sorte e non sul sacrificio. Tuttavia, il banco di questa grande roulette pilotata da grandi potentati economici non deve continuare a vincere con regole truccate. Un intervento di Francesco Occhetta, sull’ultimo quaderno de La Civiltà Cattolica, riapre la questione

La grande ragnatela dell’azzardo

Gambling 602976 1280

L’azzardo – che è stato definito «un furto della felicità sociale» – esprime l’immagine di un Paese che, invece di sperare e di costruire, ha deciso di scommettere sulla sorte e non sul sacrificio. Tuttavia, il banco di questa grande roulette pilotata da grandi potentati economici non deve continuare a vincere con regole truccate. Un intervento di Francesco Occhetta, sull’ultimo quaderno de La Civiltà Cattolica, riapre la questione

blogger

Simone Feder

No Slot

Psicologo, lavora da anni nelle strutture della comunità Casa del Giovane
[vai al blog]

Marco Dotti

Seconda Classe

Redattore del mensile Communitas e di Vita. È docente di Professioni dell'Editoria presso l'Università di Pavia.
[vai al blog]

Marcello Esposito

Economica*mente

Dirigente assicurativo. Dal 1990 al 2000 è stato economista presso l'Ufficio Studi della Banca Commerciale Italiana. È professore a contratto di International Financial Markets presso l'Università C.Cattaneo, Castellanza.
[vai al blog]