Per contrastare il gioco d'azzardo di massa,
per informare su leggi e normative,
per promuovere la cultura del buon gioco

6 marzo 2015

Bergamo mobilitata contro l’azzardo

Nella sola città di Bergamo si spendono 204 milioni di euro l’anno nel gioco d’azzardo. La spesa pro-capite, ovvero la media calcolata per ciascun bergamasco del capoluogo e della provincia, minori compresi, è di 1700 l’anno.

Sono i dati drammatici del fenomeno presentati dall’Asl di Bergamo e dal Comune, in occasione della presentazione di “Azzardo bastardo”, un’importante campagna di comunicazione contro il gioco d’azzardo.

La campagna che ha già raggiunto tantissimi luoghi della città: dalle biblioteche al musei, dal mezzi di trasporto pubblico alle scuole agli uffici comunali. Su tutti i mezzi pubblici di Atb e Teb sono state appese le locandine che hanno permesso di raggiungere pendolari e utenti del trasporto pubblico in tutta la provincia.

Mercoledì 11 marzo alle ore 18:30 (Palazzo Frizzoni, Aula Consiliare , Piazza G. Matteotti, 27) la campagna prevede l’inaugurazione della mostra dei cartoonist italiani intitolata “Azzardo: non chiamiamolo gioco”. Sono previsti gli interventi del sindaco Giorgio Gori, di don Antonio Mazzi, di Simone Feder e di Riccardo Bonacina).

blogger

Simone Feder

No Slot

Psicologo, lavora da anni nelle strutture della comunità Casa del Giovane
[vai al blog]

Marco Dotti

Seconda Classe

Redattore del mensile Communitas e di Vita. È docente di Professioni dell'Editoria presso l'Università di Pavia.
[vai al blog]

Marcello Esposito

Economica*mente

Dirigente assicurativo. Dal 1990 al 2000 è stato economista presso l'Ufficio Studi della Banca Commerciale Italiana. È professore a contratto di International Financial Markets presso l'Università C.Cattaneo, Castellanza.
[vai al blog]